Loader
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La fitodepurazione

La fitodepurazione

Quando parliamo di fitodepurazione ci riferiamo a una tecnica di depurazione naturale delle acque reflue che arrivano non solo dalle abitazioni private, ma anche da impianti agricoli e industriali. La rigenerazione dell’acqua ottenuta mediante questa tecnica richiama il processo tipico degli ambienti acquatici. Fiumi e laghi, infatti, si autodepurano grazie all’azione sinergica di piante, batteri e fondale.

Depurazione delle acque attraverso le piante acquatiche: come funziona

Riprodurre un processo di depurazione delle acque, siano essere nere o grigie, significa installare a monte dell’impianto dei sistemi di pretrattamento delle acque, come ad esempio una fossa biologica (bi o tri-camerale), un degrassatore o una fossa settica.

Per il corretto funzionamento del sistema è, anzitutto essenziale dimensionare l’impianto in maniera corretta: per farlo è necessario considerare la tipologia di scarico e la zona dell’installazione. Una volta dimensionato adeguatamente l’impianto, è possibile mettere a dimora le piante sulla lettiera: esse hanno la funzione di assorbire l’ossigeno e trasportarlo sino alle radici. Sulla base delle radici, già dopo pochi mesi, sarà possibile rinvenire un film batterico costituito da microrganismi utili a compiere la depurazione.

L’impianto di depurazione delle acque in polietilene: in cosa consiste

Per realizzare un impianto di depurazione delle acque mediante organismi acquatici è necessario realizzare lo scavo per la posa delle vasche. Queste sono solitamente preassemblate, prodotte in PE o HDPE. Il riempimento si esegue con ghiaia o sabbia (con granulometria diversa). Sullo strato della lettiera si posizionano i tubi che trasportano le acque reflue. Qui vengono messe a dimora le piante acquatiche depuratrici. Il depuratore delle acque deve essere installato in ambienti idonei: da evitare, ad esempio, le zone in cui gli inverni sono troppo rigidi e quindi non adatti allo sviluppo delle piante.

Perché scegliere gli impianti di depurazione naturale delle acque

L’installazione di un impianto di depurazione delle acque mediante piante acquatiche porta con sé diversi vantaggi, fra i quali ricordiamo:

  • Il basso costo
  • La semplicità d’uso
  • Necessità di poca manutenzione
  • Compatibilità con l’ambiente
  • Resistenza a carichi organici e idraulici discontinui

Rariplast realizza vasche, componenti e coperture in PE o HDPE adatti a impianti di fitodepurazione delle acque. Contattaci per ottenere maggiori informazioni: saremo pronti a darti consigli e a rispondere alle tue richieste.

 

Contattaci per un preventivo e saremo lieti di studiare assieme il progetto su misura!

    Informativa Privacy *
    Letto e compreso
    Attività di Marketing *
    do il consensonon do il consenso