Pollutec 2018: economia circolare, plastica ma anche ambiente, lavoro e competenze

Tra qualche giorno inizierà la Fiera di Lione dedicata alla “crescita verde”. Noi ci saremo e vogliamo raccontarvi cosa ci aspettiamo.

Dal 27 al 30 novembre 2018 saremo a Lione in visita alla Fiera Pollutec, un appuntamento imperdibile per il nostro settore da ormai quarant’anni, dal momento che si affrontano tematiche inerenti alla plastica e al suo riciclo. Pollutec aveva iniziato, molti anni fa, trattando il tema dell’inquinamento e dei rifiuti. In questa edizione si parlerà anche di eco innovazioni, dell’ecosistema marino e delle varie soluzioni connesse all’energia e al trattamento delle acque.

Più di ogni altra cosa, però, a noi interessano i dibattiti sull’economia circolare che si svolgeranno sotto forma di seminari, speed-dating tra collettività e aziende, ma anche sotto forma di progetti ed esperienze condivisi.

Cosa si intende per economia circolare?

L’economia circolare è un termine che sta ad indicare una serie di pratiche da adottare per sprecare meno le risorse naturali e salvaguardare aria, acqua, sole e materie prime del nostro pianeta. Come tutti possono immaginare si tratta di un dibattito molto delicato e importante perché implica un cambiamento totale nel nostro modo di vivere a partire dai consumi, dalla produzione e dalle modalità di progettazione. A noi questo tema è molto caro, perché si ricollega ad una serie di progetti che abbiamo seguito sul trattamento delle acque reflue e sulla lavorazione dei materiali plastici a basso impatto ambientale.

Produrre meglio e in modo più attento all’ambiente è un obiettivo che tutti dovremmo portare avanti è per questo che il Pollutec proporrà una serie di animazioni specifiche per illustrare le modifiche messe in atto da alcune filiere verso dei modelli circolari riguardanti il mondo della tecnologia. Le aspettative, insomma, sono alte. Noi ci saremo e siamo pronti a portarci a casa spunti interessanti da poter applicare alla nostra realtà! Stay Tuned...