Loader
  • Italiano
  • Inglese
La salute del suolo e il futuro del nostro ecosistema - Rariplast
Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Search in posts
Search in pages

La salute del suolo e il futuro del nostro ecosistema

I microrganismi del terreno sono gli elementi cardine di un sistema complesso che ha importanti implicazioni sulla salute del nostro pianeta. Per questo bisogna salvaguardarli.

La salute del suolo e il futuro del nostro ecosistema

Uno dei problemi più grossi che ci troviamo a fronteggiare nel 2019 riguarda l’impoverimento dei suoli, una delle più grandi risorse che abbiamo per combattere il cambiamento climatico.

Nel 2019, infatti, si stima che i terreni abbiano perso dal 25% al 75% di carbonio e questo è un grosso problema perché se un suolo sano:

  1. sostiene la produzione di di alimenti, biomassa, materie prime ecc…
  2. regola i processi idrici grazie ad una maggiore capacità di assorbimento
  3. contrasta l’erosione generata dal vento grazie ad una struttura più stabile
  4. filtra i contaminanti ricaricando le falde acquifere di acqua pulita
  5. sottrae carbonio all’atmosfera, contribuendo in modo consistente a contrastare il cambiamento climatico

è purtroppo altrettanto vero che un suolo sfruttato in modo eccessivo a causa di un’agricoltura intensiva contiene pochi microrganismi i quali svolgono un lavoro impagabile. In parte sono responsabili della decomposizione della sostanza organica che genera l’humus, dall’altra danno struttura ai terreni e sono tra i principali mediatori della disponibilità di nutrienti per le piante.

Come si può facilmente intuire, quindi, è necessario rivedere i modelli produttivi e di consumo adottati finora perché tutti gli esperti sono concordi sul fatto che il medicinale di questa “malattia” è costituito dalla rotazione delle colture ma anche dal mantenimento della sostanza organica e dell’humus, responsabile della fertilità.

Il ruolo dei microrganismi nel terreno

Il 49% della superficie terrestre oggi è utilizzata dall’agricoltura. Il livello di fertilità del suolo dipende da una serie di azioni sinergiche capaci di regolarizzare i cicli biologici svolti dai microrganismi del terreno. Dobbiamo metterci in testa che questi rappresentano gli elementi cardine di un sistema complesso che non riguarda solo la restituzione di materia organica al terreno ma anche l’interazione con le piante. Nei prossimi anni, quindi, le ricerche di settore si concentreranno sempre di più sull’analisi delle popolazioni microbiche e sui loro effetti sulla fertilità.

L’obiettivo per il prossimo futuro è quello di applicare modelli di agricoltura sempre più a valore biologico aggiunto, valorizzando i cicli biologici naturali.

1_1573544180

Contattaci per un preventivo e saremo lieti di studiare assieme il progetto su misura!

    Informativa Privacy *
    Letto e compreso
    Attività di Marketing *
    do il consensonon do il consenso